Erboristeria - Vendita online prodotti erboristici & dispositivi medici, integratori e rimedi naturali, cosmesi e alimentazione biologica

Carrello

RHODIOLA FITO SENIOR

In offerta!
17861786

RHODIOLA FITO SENIOR

17,1019,00 IVA inclusa

COD: 1786 Categoria:

Share this product

Favorisce un effetto antiossidante
Antiossidante generale, compresi i processi della memoria

La Rhodiola rosea, crassulacea che cresce spontanea nelle regioni polari della Siberia orientale, conosciuta ed impiegata da secoli da vichinghi, tibetani, mongoli e russi, costituisce un potente tonico-adattogeno che svolge una rilevante azione antiossidante ed immunomodulante.
Peculiare è l’azione tonico-ansiolitica, attribuita alla capacità  dei salidrosidi e del rosavin di favorire l’attività  neurotrasmettitoriale di noradrenalina, dopamina e serotonina, anche tramite l’aumento della permeabilità  della barriera emato-encefalica ai precursori di dopamina e serotonina, con aumento della concentrazione, della memoria, dell’efficienza intellettuale e dell’autocontrollo.
E’ stata altresì evidenziata un’inibizione dell’attività  monoamino-ossidasica, ed una specifica azione antiossidante, attribuita a parecchi composti dotati di queste proprietà , tra cui tirosolo, acidi organici e flavonoidi. In particolare estratti alcolici ed acquosi hanno mostrato di svolgere una importante attività  radical scavenger, che si esplica in un effetto di riduzione dei danni indotti da ipossia. Più specificatamente gli estratti acquosi di questa radice hanno infatti dimostrato in vitro di poter esercitare una spiccata azione inibitoria nei confronti della polyendopeptidasi, enzima in grado di trasformare numerose proteine in Amyloid b-peptide, una delle componenti integrali delle placche senili e della sostanza amiloide cerebrovascolare tipica della malattia di Alzheimer, della sindrome di Down e del processo di invecchiamento del cervello (Fucunari et al. 1994). Queste evidenze, confermate in seguito da altri studi, aprono interessanti prospettive sull’utilizzo di questa pianta come preventivo del processo di invecchiamento cerebrale, tanto in condizioni fisiologiche che patologiche.
Studi in vitro in differenti modelli di misurazione hanno confermato una notevole attività  antiossidante da parte di diversi componenti dello Zenzero quali zingerone, 6-gingerdiolo e 6-gingerolo, che mostrano un effetto radical-scavenger nei confronti di varie specie reattive dell’ossigeno quali l’anione superossido O2 e l’idrossiradicale OH. Oltre ad una azione antiossidante tesa a mantenere attivo il sistema di difesa antiossidante epatico nei confronti della perossidazione lipidica, evento sicuramente implicato nell’insorgenza delle dislipidemie e dell’aterosclerosi, estratti di Zenzero hanno mostrato in modelli animali una notevole capacità  protettiva contro l’irradiazione gamma, che provoca in definitiva una deplezione delle difese antiossidanti dell’organismo portando a gravi patologie degenerative.Alle note azioni funzionali sul sistema digestivo attribuite da millenni in oriente ai rizomi di Zenzero (azione antiemetica, eupeptica, procinetica e carminativa) e che quindi, in chiave salutistica
della prevenzione, crea i presupposti per una migliore biodisponibilità  dei nutrienti, vanno qui richiamate importanti azioni antitrombotiche automodulanti, con miglioramento della circolazione, compresa quella periferica fine.
Le foglie di Olivo, oggetto di importanti studi negli ultimi anni, sono costituite da un fitocomplesso articolato, composto da glucosidi iridoidi, glicosidi dell’acido oleanolico, alcaloidi, flavonoidi, lignani, chinoni, acidi polifenolici, ecc. Alla confermata azione ipotensiva, attribuita ai glucosidi iridoidi oleoeuropenia ed oleacina e giustificata dal meccanismo di inibizione ACE (Anglotensin-Corverting-Enzyme), nonchè da quello di tipo calcio-antagonista, si associa una favorevole azione vasodilatatrice ed antiaritmica cardiaca. Ad una spiccata azione diuretica, che contribuisce a dare spessore all’azione ipotensiva sopra richiamata, si accompagna una efficace stimolazione epato-pancreatica, che si estrinseca in un miglior funzionamento e metabolismo del colesterolo e con un abbassamento della glicemia nelle forme lievi. Ma, più selettivamente, il glucoside iridoide oleouropeoside svolge un peculiare azione antiossidante, proteggendo la membrana dei globuli rossi dall’attacco dei radicali liberi, permettendo così agli eritrociti di conservare elasticità  e deformabilità  e consentire una buona circolazione cerebrale.
Numerosi studi clinici hanno confermato l’attività  di rafforzamento delle tuniche vasali di arteriole e capillari degli estratti dei frutti di Mirtillo nero, in particolare gli antocianosidi hanno evidenziato: effetti protettivi nella liberazione della lattato idrogenasi nel cuore e di isoenzimi plasmatici e cardiaci; attività  di rigenerazione della porpora retinica, sfruttata nelle patologie della vista; attività  di vaso protezione (due volte più attiva della rutina nella protezione della permeabilità  capillare); attività  antiedema. Le antocianine diminuiscono infatti l’idrolisi del collagene, riducendo significativamente la permeabilità  della barriera ematoencefalica; hanno altresì un effetto vasodilatatorio, con stimolazione locale della sintesi di prostaglandine vasodilatatorie; inibiscono anche l’aggregazione e la formazione di trombi, mediante stimolazione delle sostanze tipo PGI2 nei tessuti vascolari.
Il Cardo mariano, conosciuto e descritto duemila anni fa come drenante biliare da Plinio il Vecchio, costituisce attualmente una delle piante più importanti quale epatoprotettore ed antiossidante del distretto epato-biliare-pancreatico. In particolare le silimarine, ed ancora di più le silibine, hanno dimostrato la capacità  di inibire l’epatotossicità  indotta da molti agenti tossici, dal danno ischemico, dalle radiazioni, dall’assunzione cronica di sali di ferro, dalle epatiti virali. I meccanismi alla base dell’attività  epatoprotettrice sono molti e variabili ed includono l’attività  antiossidante attraverso l’inibizione della perossidazione dei lipidi e la protezione contro la deplezione di glutatione (induzione di glutatione ridotto), l’aumento della detossificazione attraverso l’inibizione della fase 1 del sistema di detossificazione del citocromo P450 e l’aumento della glucuronidazione della fase 2 della detossificazione epatica. Studi in vitro ed in vivo hanno dimostrato la capacità  delle silimarine di promuovere la rigenerazione del tessuto epatico, con stimolazione della formazione di ribosomi maturi e di conseguenza della biosintesi proteica. La silibina in particolare ha dimostrato di ridurre la proliferazione delle cellule epatiche stellate, la loro conversione in miofibroblasti e di fare regredire la fibrosi. Tenuto conto che l’apparato epato-biliare rappresenta un punto di snodo fondamentale del drenaggio e dell’escrezione di metabolici e sostanze tossiche, il Cardo mariano può dare un contributo sensibile nella prevenzione e nell’eliminazione di sostanze tossiche ed ossidanti per l’intero organismo.
In base a contributi sperimentali recenti si è dimostrato come la Melissa, oltre a svolgere le note azioni antispasmodiche, blandamente sedative ed antistaminiche attribuite a flavonoidi e triterpeni, sia in grado di influire sul sistema limbico e proteggere il cervello da forti stimoli stressogeni, in sintonia con la tradizione, che le attribuiva proprietà  contro isteria e malinconia.
La Cartilagine di squalo, composto costituito da mucopolisaccaridi contenenti sostanze proteiche (acido jaluronico ed eparina), collagene denaturato e sostanze non proteiche, glicosaminglicani (incluso il condroitin solfato A, B e C), svolge oltre alla nota azione antinfiammatoria su tutti i distretti ossei e cartilaginei, una peculiare attività  antiossidante ed immunostimolante benefica per l’intero organismo.

Confezione: 60 capsule vegetali da 500mg cad.

Fornitore: Aregon


Centronaturale.it non vuole dare consigli terapeutici sulle patologie di qualsiasi tipo che rimangono di esclusiva competenza dei medici specialisti.

Informazioni aggiuntive

Peso 90.72 kg