apriledolcedormire

Aprile dolce dormire. Spesso i proverbi che raccolgono la saggezza popolare costituiscono una reale  eredità per chi come noi  spesso si affida ai consigli della nonna.

E in effetti, quando arriva  la primavera, siamo sempre tutti un po’ stanchi .Ad Aprile soprattutto, quando la temperatura si riscalda un po’,  è normale avvertire una sensazione di sonnolenza e stanchezza diffusa.

In realtà questo stato di squilibrio è riconosciuto anche clinicamente, col nome di  astenia, mancanza di forze.

Perché ci sentiamo stanchi ad Aprile? Perché è subentrato il cambio dell’ora, le giornate si allungano e il nostro organismo si deve abituare all’aumento dell’ora di luce. Questo strano senso di stanchezza può sentirsi presente alcuni giorni od un paio di settimane, per altre invece può protrarsi anche per mesi e può sembrare che non diminuisca nemmeno se riposiamo  e infatti più si dorme, più ci si sente stanchi.

Alcune persone invece non riescono a riposare bene, faticano ad addormentarsi, hanno un sonno interrotto durante la notte: il risultato è che la mattina ci si sente comunque stanchi e impreparati ad affrontare la giornata

Cosa fare per contrastare questo senso di stanchezza che ci affligge ad Aprile?

Avere uno stile di vita corretto e tranquillo, adottare una dieta sana ed equilibrata:  fate una colazione abbondante e completa con carboidrati e proteine, mangiate cibi crudi come frutta e verdura e bevete tanto. Ma soprattutto muoversi, , anche una mezz’ora di camminata al giorno può essere efficace

Se il senso di stanchezza è forte si può fare affidamento ad alcuni integratori a base di piante toniche/adattogene

Queste piante sono utili per combattere, anche a scopo preventivo, gli effetti negativi dello stress

Il nostro ritmo di vita, costantemente di fretta, il riposo insufficiente e  alcuni eventi della vita che ci scatenano emozioni forte da sostenere danno luogo genericamente a disordini come ansia, insonnia, irritabilità, difficoltà di concentrazione, squilibri alimentari, stanchezza e depressione.

Se la reazione del nostro organismo risulta troppo intensa o troppo prolungata, i nostri meccanismi fisiologici possono dimostrarsi insufficienti e causare squilibri di varia natura.

Un costante senso di affaticamento, astenia, apatia, difficoltà a ricordare, scarsa  capacità di concentrazione all’interno della nostra vita scolastica o all’interno del nostro lavoro intellettuale,  una tensione ed un rimuginare costante che impediscono  un sonno ristoratore e  aumentano i empi di recupero

I tonici/adattogeni  sono in grado di ridurre l’intensità e l’impatto negativo dello stress fisico o mentale, emozioni negative, stili di vita scorretti e alimentazione poco bilanciata, inquinamento malattie, infiammazioni e infezioni.

Klamath : ha proprietà antiossidanti e antietà, energetica, ricostituente, tonica ed un supercibo contenente bitamine, inclusa la B12, minerali, oligoelementi nonchè gli acidi grassi Omega 3 , enzimi, clorofilla e betacarotene

Se invece ci si vuole concentrare sul rendimento fisico e migliorare la propria performance mentale si può scegliere il Ginseng controindicato in caso di terapie in corso anticoagulante e antipertensiva.

Assumendo le fiale di Eleuterococco ci si sentirà fin da subito energetici, utilissimo per chi ha la pressione bassa e vuole avere energia pronto uso

Per i disturbi del sonno possiamo utilizzare  il prodotto Serenità Sonno, iniziando a prendere alcune gocce (ne bastano 5) verso le 17,00, e 20 gcc prima di coricarsi. Per i risvegli notturni si consiglia di preparare 5 gcc in un dito d’acqua sopra il comodino; se ci risveglia si assumono per il riaddormentamento, se non si sono manifestati  risvegli notturni, si possono assumere al mattino appena svegli, dato che il sonno va preparato fin dal mattino

Ricordiamo che l’utilizzo dei bagni derivativi anche con Bikun aiuta ad addormentarsi serenamente mentre se applicato al mattino da una sferzata di energia