gambe gonfie

Pare che finalmente sia in arrivo l’estate. 

Questa mattina finalmente si sente che la temperatura è aumentata e il sole splende .

Con l’arrivo di questa fase dell’anno spesso ci si ritrova con gambe gonfie e vene sofferenti.

La natura ci mette a disposizione numerose sostanze naturali adatte a mantenere attiva la circolazione venosa, ma come sempre  il controllo del gonfiore di gambe e caviglie, cosi come la protezione delle vene, comincia sempre a tavola e la parola d’ordine è sicuramente “prevenzione”.

In tutti i casi in cui esista una infiammazione dovuta al cibo, l’organismo riversa nei tessuti molli (gambe e caviglie tra le prime) delle elevate quantità di liquidi.

E’ importante seguire un’alimentazione sana e bilanciata e preferire frutta e verdura, soprattutto ricca  di vitamina C e di colore viola/blu scuro. Evitare cibi fritti, iperlipidici: il controllo del peso è indispensabile per gestire l’insufficienza venosa Evitare anche  l’eccesso di alcool e caffè

Non dimentichiamo che  una buona circolazione in generale e una ottima tonicità venosa si mantengono anche  grazie ad una adeguata attività fisica.

Il movimento dei muscoli propri degli arti inferiori è infatti capace di stimolare la circolazione, generando un “effetto pompa” dato dall’alternarsi di contrazioni e rilassamenti. Altrettanto importante sarebbe ritagliarsi un appuntamento quotidiano con una camminata a passo svelto, oppure con una nuotata o una passeggiata in bicicletta; mezz’ora al giorno per 4-5 giorni alla settimana risulta sufficiente per migliorare sensibilmente la circolazione periferica.

Così le gambe si sgonfiano e la congestione dei plessi venosi si riduce.

Se qualcuno di noi si trova già in vacanza al mare un vero toccasana per le nostre gambe è costituito dal le passeggiate in acqua e sulla sabbia della spiaggia. Oltre al benessere delle gambe e dei piedi, questo genere di passeggiate è utile per tutto il corpo, poiché acqua e sabbia garantiscono una azione rigenerante e defaticante e aiutano i muscoli a liberarsi dell’acido lattico, quella sostanza che genera indolenzimento muscolare dopo l’attività fisica o comunque dopo aver tenuto i muscoli in tensione, per esempio assumendo posizioni sbagliate. Insomma, camminare sulla sabbia o in acqua, avendo cura che l’acqua non superi il ginocchio, costituisce un esercizio fisico estremamente utile per il benessere del sistema circolatorio e linfatico,

Spesso qualche semplice modifica alimentare permette all’intera circolazione, di migliorare i problemi legati alle gambe gonfie e i disagi dovuti a vene varicose o a problemi emorroidari e si vedono fin dai primi giorni gli effetti positivi anche esteticamente

I consigli alimentari e a riguardo dell’attività fisica  ci potranno aiutare in questo compito anche se, per poter essere veramente utili, devono entrare a far parte del nostro comportamento naturale, di tutti giorni.

Le sostanze con cui la natura sostiene  la nostra circolazione e il nostro ristagno linfatico sono antiossidanti naturali con una specificità di azione sulla circolazione.

Nel prevenzione estiva e trattamento si possono utilizzare prodotti  come Pinoflavo o come Proct-em  o come Rusco comp

Senza dimenticare l’azione locale con eventualmente l’applicazione di unafrizione all’arnica di Bergila da 250 ml o da 500 ml oppure il Tonico gambe al Rosmarino di Dr Hauschka 

Last but not the least l’uso quotidiano della nostra Bikun-Anklet che  lenisce i dolori alle gambe, le rivitalizza, riattiva opportunamente la circolazione e sgonfia gambe pesanti e stanche; stimola i vasi sanguigni al fine di riattivare correttamente la circolazione, togliendo completamente il senso di pesantezza delle gambe; il meccanismo di circolazione sanguigna riprende a funzionare correttamente irrorando tutti i tessuti.