stress-rientro-

Alcuni sono appena partiti, altri fra qualche giorno rientreranno ma ormai  la maggior parte dei vacanzieri è tornata a casa.

Succede che al rientro dalle vacanze  la ripresa lavorativa risulti particolarmente faticosa, anche se si sono passate delle vacanze riposanti capita molto spesso di fare fatica a ripartire; ci si sente stanchi, deconcentrati e più scarichi di quando si è partiti; si sente la malinconia delle vacanze appena passate , ci si sente irritabili e si ha l’ansia dei mille impegni che ci aspettano.

Calma, facciamo un bel respiro……

Mettiamo al centro la nostra persona, proprio come abbiamo fatto in vacanza e proviamo a mettere in atto qualche piccola strategia

Partiamo con tranquillità, non buttiamoci a capofitto nel lavoro; lo so che abbiamo la casella di posta stracarica e sopra la scrivania una moltitudine di pratiche nuove , ma la maggior parte delle volte basta organizzarsi bene  fin dall’inizio assegnando delle priorità

Cerchiamo di mantenere alcune buone abitudini acquisite durante il periodo di vacanza.

Spesso quando siamo in ferie facciamo sport: cogliamo la palla al balzo e aprofittando anche delle temperature di fine agosto e di settembre,  facciamoci una bella corsa/passeggiata ogni giorno o almeno tre volte la settimana

I  benefici conseguenti allo svolgimento di una buona attività fisica sono molteplici:

l’attività metabolica dell’organismo viene stimolata in modo profondo, l’efficienza cardiocircolatoria migliora, il colesterolo “cattivo” diminuisce  a vantaggio di quello “buono”,  il rischio di diabete in età matura si riduce  (migliora l’efficienza dell’insulina) , la pressione arteriosa tende ad equilibrarsi,  si consumano calorie favorendo il controllo del peso, si riduce lo stress (riduzione del tono simpatico), si iduce il rischio d’infarto (frequenza cardiaca più bassa), è’ il miglior rimedio contro l’osteoporosi, protegge e rinforza ossa, articolazioni, cartilagini, produce nuova massa muscolare, aumentando la massa magra dell’organismo, riduce i dolori vertebrali e le lombaggini , rilassa attraverso l’autoproduzione di endorfine cerebrali, è ’ documentatamente in grado di ridurre i sintomi della depressione, previene la stitichezza, mobilizza i grassi di riserva, migliora la qualità del sonno, fa sudare, e quindi eliminare scorie metaboliche, sviluppa una naturale e rapida azione antidepressiva

La notte cerchiamo di riposare, dormendo almeno otto ore : il sonno ci rigenera,  il sonno è il primo inibitore del cortisolo, l’ormone dello stress, quindi dormire vuol dire allentare lo stress e far riposare l’apparato cardiovascolare, visto che durante il sonno si abbassano sia la pressione arteriosa che la frequenza cardiaca. Non solo: dormire poco aumenta il rischio di diabete mellito di tipo 2, perché chi dorme meno, soprattutto sotto i 40 anni, sviluppa insulinoresistenza e rischia di non controllare bene il metabolismo del glucosio.

Quando siamo in vacanza ci concediamo più tempo anche per la colazione: cerchiamo di rendere stabile questa buona abitudine assumendo ogni giorno una colazione ricca e completa : mangiamo  a sazietà al mattino, come se si trattasse di un pranzo completo di frutta e verdura, carboidrati e proteine

…e alla sera preferiamo una cena leggera:  rimanere leggeri a cena ci consente una buona digestione ci predispone ad un riposo notturno più profondo e ritemprante e costituisce una valida premessa per un risveglio più vivace ed affamato

 

… e se proprio non riusciamo a tirarci su, prendiamo un pò di magnesio (magnesio super  o aximagnesio o oligo mag plus) oppure facciamoci una bottiglia di aloe, anche per smaltire eventuali accumuli di qualche mangiata vacanziera     (aloe vera succo) e soprattutto facciamo i bagni derivativi con il Bikun o il B-Bikun, che ci donano maggiore energia al risveglio ed un tono nuovo!