maltempo_nevischio

Per affrontare le malattie invernali e l’influenza e prevenirne i danni è possibile prepararsi in modo dolce, utilizzando efficacemente i rimedi naturali che ci sostengono, sia nei confronti del mutevole virus influenzale sia nei verso tutte le malattie da raffreddamento tipiche della stagione.

 

Fitoterapici e stimolanti delle difese immunitarie

L’echinacea, grazie alle sue  proprietà immunostimolanti, è  una delle piante medicinali più ricercate nel panorama fitoterapico italiano.

Anche il Lapacho, disponibile in capsule o in tintura madre  o in tisana è davvero utile per favorire la fisiologica funzionalità  del sistema immunitario

Non dimentichiamo inoltre il GSE  il rimedio globale antibatterico , antivirale, antimicotico , antiparassitario .
Con  GSE BIOTIC  (2 cps al giorno ) in associazione a Symbiotic (quest’ultimo per 10 giorni per ogni mese)
Vitamina CDurante il periodo che va da ora a marzo, almeno fino a che non compaiano sugli alberi le gemme che annunciano la successiva primavera, va presa una integrazione di Vitamina C.In genere si utilizza una dose compresa tra 500 e 1000 mg al giorno, preferendo un preparato a lento rilascio, in modo da potere effettuare una sola assunzione al giorno (ad esempio Ester-C Plus 500, 1 capsula da 500 mg o Ester C Plus tavolette o Acerola comp )

Medicinali omeopatici

Lo schema più semplice è quello di utilizzare, come viene fatto in molti paesi europei, una dose di Oscillococcinum 200K ogni settimana, iniziando da ora e terminando alla fine dell’inverno.

Un altro schema è quello effettuato attraverso l’impiego di un medicinale omeopatico , Iver, 200 ch composto dai virus originali dell’influenza prevista per l’anno in corso, diluiti e dinamizzati alla 200CH. una volta al mese e le altre settimane per 3 volte Oscillococcinum

Per l’inverno 2014/2015 le date potrebbero essere, usando le domeniche come punto di riferimento:

  • 12 ottobre 2014
  • 9 novembre 2014
  • 07 dicembre 2014
  • 04 gennaio 2015
  • 02 febbraio 2015
  • 01  marzo 2015

In pratica 3 dosi di Oscillococcinum 200Kch  seguite da una di Iver  200 CH e così via con una assunzione ogni 7 giorni.

Per questo tipo di prevenzione si può scegliere ovviamente anche un qualsiasi altro giorno che non sia la domenica.

Tè verde

Il Tè verde ha documentato in lavori recenti una spiccata azione antivirale e una specificità di azione nei confronti di tutti i virus H1N1 che anche quest’anno saranno presenti nella diffusione mondiale dei virus.

Si tratta quindi di una potente arma a disposizione sia per la prevenzione dell’influenza A (1 tavoletta al giorno di Fito Tè Verde per tutto il periodo invernale) sia per una azione di difesa specifica (2-4 tavolette al giorno) nei giorni in cui si abbia la sensazione di essere sotto assedio per il freddo, l’eccesso di contatti ambientali con persone malate e così via.

Cosa fare ai primi sintomi (in aggiunta alla terapia di prevenzione)

Olio essenziale di melaleuca (tea tree oil) ( o olio essenziale di melaleuca capsule)  un rimedio con potenti proprietà antimicotiche e antivirali, si può assumere per via orale se non sono state evidenziate reattività specifiche, in media 3 gocce (o più) su una punta di zucchero o direttamente sul cucchiaino, da deglutire rapidamente con l’aiuto di un bicchiere d’acqua, dopo la prima colazione, o comunque dopo mangiato. Il rimedio va inghiottito rapidamente, perché può risultare fastidioso (si veda il filmato segnalato nell’articolo).

I bambini possono assumerlo, in dosaggio di 2-3 gocce al giorno, solo se bravi a deglutire al volo (indicativamente non prima dei 6-7 anni) e se ne tollerano il sapore. In alternativa, ai più piccoli si può somministrare della propoli decerata  1 tavoletta da succhiare al giorno.

VILLA STODDARD

La prevenzione con LVS n.67: 15 gcc per i bambini e 40 gcc per gli adulti presi per 3 volte al giorno per 6-8 settimane

BAGNI DERIVATIVI E BIKUN

Non dimentichiamo l’utilizzo dei bagni derivativi  o l’applicazione quotidiana del Bikun: ci aiutano alla rigenerazione costante dell’organismo

Se durante una giornata particolarmente fredda e di lavoro intenso,  rientrate a casa affaticati e infreddoliti, mettetevi a letto con una bella tisana calda, un Bikun freddo e una borsa di acqua calda sul fegato. La mattina dopo vi sentirete di nuovo in forma